Nike Calze Scuro se Premium Scarpe Uomo da Corsa 859553 001 Scarpe da Tennis,

Per l’esecuzione dei lavori di pavimentazione, saranno chiuse, alternativamente secondo le fasi di lavoro, la corsia di marcia o la corsia di sorpasso, dal Km 107al Km 109 circa della carreggiata sud dell’A12 tra i caselli di Sarzana e Carrara. Il traffico sarà deviato sulla corsia libera da lavorazioni della carreggiata stessa. La durata dei lavori è prevista dalle ore 12 di lunedì 8 alle 12 di venerdì 12 ottobre.

Skechers Uomo Classic Fit Porter,VANS SK8-MID REISSUE GHILLIE MTE UCS (40,5) Uniseks Trampki,SupraVaider - Scarpe da Ginnastica alte Uomo, Bianco (Off bianca-bianca), 44 Scarpe 44Nero 41 EU EtniesFader 1.5 - Scarpe da Skateboard Uomo, , 41 (7 UK) (bqq),Geox U Symbol D, Sneaker uomo, Nero, 41.5 Scarpe 8053671165457 41.5 EUPeacockblue 39 Kastinger Kastinger Trail Run impermeabile Scarpa da donna, (l0z)Marrone 46 EU Dockers by Gerli 19pa140-400, Stivaletti Uomo, (Schoko), (z8v),Gola Harrier 50 Leather, Sneaker Uomo, Bianco Navy We bianca, 44 EU Scarpe,Marrone 41 EU Clarks Glement Lace, Scarpe Stringate Derby Uomo, (Tan (4al),Nero 42 EU Dockers by Gerli 19pa140-400, Stivaletti Uomo, (Schwarz), (0os),Marrone 44 EU Dockers by Gerli 33ec010-400320, Sneaker a Collo Alto Uomo, (b7e),36 bicap Scarpe da lavoro (a 4570/2I K S3 SRC) in pelle con suola del (tef)Marrone 41 EU Rieker 35324, Stivaletti Uomo, (Havanna/Moro), Scarpe (7o3),QUATTROBARRADODICI scarpe uomo Uomo Mid-cut sneaker pelle camoscio nero vintage,Skellerup Stivali Di Gomma Isolati & Sport QUATRO Stivale Taglia 4-14 (CH),Scarpe Converse All Star Monochrome Bianche in Pelle total bianca unisex,Sneaker scarpa da ginnastica CASUAL Nerogiardini A705260u NUOVA COLLEZIONE 2017,Retro Uomo ankle boots real pelle cuban heel low zipper high top work Scarpe,Uomo outdoor Leather Ankle high top Boots lace up desert Scarpe military hot new,Uomo Pointed Toe Leather High Top Lace Up 8-25 4.5cm Heels Dress Shoes Brogue,Adidas Superstar Originals Shoes Retro Classic Sneaker samba Foundation II 2,ECCO Uomo Soft Vii High-Top Fashion Sneaker- Pick SZ/Color.,Adidas Originals Variation Adidas Uomo Superstar Triple Trainers US9Asics Gel-Lyte III H547L-1111 Grigio Suede Casual Fashion Shoes Medium (D, M) UomoVans Authentic Decon unisex U Adulti Low-Top Scarpe Da Ginnastica,VANS ULTRARANGE RAPIDWELD Y28 (42) Męskie Scarpe da Ginnasticay,NEW BALANCE CYPHER RUN LUXE MSRMCLB (42) Męskie Scarpe da GinnasticayNEW BALANCE MS247EK (42,5) Męskie Scarpe da Ginnasticay,New Uomo`s ECCO Jeremy Chukka Boots Leather 602524 MSRP 210,Gola Harrier 50 Leather, Sneaker Uomo, Bianco Navy We bianca, 43 EU Scarpe,

Per questo periodo, nel tratto Sarzana – Carrara in direzione Livorno sarà vietato il passaggio ai veicoli e/o trasporti eccezionali di larghezza superiore a m 3,30.

 

Nike Air Odissea Scarpe Sportive Uomo 652989 Scarpe da Tennis 303,

Nel fine settimana tra sabato 6 e domenica 7 ottobre sull’A15 Parma La Spezia saranno presenti i seguenti cantieri:

Dal Km. 42+800 al Km 43+050, tra i caselli di Berceto e Borgotaro, è in atto una deviazione di traffico comportante la chiusura della corsia di  sorpasso.

Dal Km. 35+670 al Km 33+820, tra il casello di Borgo Taro e il casello di Fornovo. In questo tratto, resta chiusa al traffico la carreggiata Nord in direzione Parma, con traffico deviato sulla corrispondente carreggiata Sud, ove avviene a doppio senso di marcia.

Dal Km. 57+380 al Km 54+840, tra il casello di Pontremoli e il casello di Berceto. In questo tratto, resta chiusa al traffico la carreggiata Sud in direzione La Spezia, con traffico deviato sulla corrispondente carreggiata Nord, ove avviene a doppio senso di marcia.

 

Adidas Originals, Stan Smith, Scarpe da Ginnastica, Unisex - Adulto, Bianco (Footwear,

Anas Liguria segnala che per consentire i lavori di adeguamento di una condotta del gas, sulla strada statale 1 “Via Aurelia” sarà istituito il senso unico alternato regolato da semaforo o movieri nel tratto compreso tra il km 505+300 e il km 509, nei territori comunali di Recco e Sori.

La limitazione sarà in vigore fino al 14 dicembre 2018, con esclusione dei giorni festivi e prefestivi.

Aci: “giusto stimolare un cambio culturale sulla mobilità, ma servono incentivi per il rinnovo del parco veicolare e un approccio sistemico scientifico per risolvere il problema dello smog”

Sono partiti nel Nord dell’Italia i nuovi divieti alla circolazione per i veicoli a benzina Euro0 e per i diesel Euro0, 1, 2, 3, con l’aggiunta degli Euro4 per l’Emilia Romagna. Le finalità di tali provvedimenti sono evidenti: cercare di contenere le sostanze inquinanti e le polveri sottili nella Pianura Padana, che nei mesi invernali subisce un peggioramento della qualità dell’aria a danno dei cittadini.

Tali limitazioni sono ormai un appuntamento ricorrente per gli italiani, arrivando ad interessare almeno 3,5 milioni di veicoli, tra autovetture (2,8 milioni) e furgoni (circa 700mila), riducendo la libera mobilità di famiglie e lavoratori. A ciò si aggiunge il danno economico che ricade su chi ha già difficoltà a sostituire l’auto e ora si vede azzerare il valore del proprio usato.

ACI e gli automobilisti comprendono le ragioni delle nuove misure che mirano soprattutto a fermare i veicoli più datati e obsoleti, non solo più inquinanti ma anche meno sicuri nella capacità di scongiurare gli incidenti o almeno attenuarne le conseguenze. E’ però di difficile comprensione il blocco dei veicoli omologati Euro4, tecnologicamente già avanzati e con meno di dieci anni di vita, spesso con pochi chilometri all’attivo. Appare poi paradossale ipotizzare il blocco di ogni diesel, anche i sofisticati Euro6.

In ogni caso, ACI richiama due elementi imprescindibili per la vita dei cittadini, al Nord come in tutto il Paese.

1.  Il coinvolgimento di così tanti italiani pone un problema di accessibilità alla mobilità: occorrono nuove soluzioni e valide alternative, al di là dei proclami, a cominciare da un improrogabile miglioramento del servizio pubblico di trasporto.

2.  Scelte di tale portata sulla vita quotidiana devono muovere da dati scientifici senza ogni forma di pregiudizi, parole d’ordine o mode.

Per il primo punto, ACI sollecita l’ammodernamento del parco circolante, incentivando la rottamazione dei veicoli fino a Euro3 e supportandone la sostituzione con auto usate che siano almeno Euro4. Ciò abbatterebbe fino al 50% le sostanze inquinanti e i gas serra generati dal traffico privato a parità di chilometri percorsi, riducendo drasticamente anche il numero di incidenti, morti e feriti sulle strade.

Per il secondo punto, l’Automobile Club d’Italia evidenzia come i diesel Euro6 oggi sul mercato, ma anche i precedenti Euro5, impattino sull’ambiente in modo irrilevante rispetto al passato: un solo veicolo Euro1 fa registrare le stesse emissioni di una flotta di 28 Euro6. La sostenibilità dei diesel è ormai paragonabile ai veicoli a benzina, con valori perfino inferiori sui gas serra. La loro criminalizzazione non trova alcuna giustificazione e rende più difficile la transizione verso altre forme di alimentazioni “verdi”, come  l’elettrico, che richiedono ancora diversi anni.

L’ACI è favorevole ad ogni azione mirata a stimolare un cambio culturale sulla mobilità, in particolare quella urbana, migliorando di pari passo l’aria che respiriamo. E’ essenziale però basare ogni strategia sull’oggettività dei dati scientifici, che evidenziano come la maggior parte delle sostanze inquinanti – tra il 60 e il 90 per cento, a seconda delle sostanze nocive – sia generata dai riscaldamenti privati, dalle industrie e dalla produzione di energia: prima di puntare alle auto, bisogna intervenire su queste fonti.

La revisione auto, il famoso certificato cui sono obbligati i proprietari di auto e motocicli, finisce al vaglio dell’Antitrust. Il Codacons ha presentato infatti un esposto all’Autorità per la concorrenza e al Ministero dei Trasporti chiedendo di fare luce sui costi del certificato che la legge impone ai cittadini e di modificare le tariffe stabilite per legge.

Il certificato di revisione è un controllo obbligatorio previsto dal Codice della Strada su tutti i veicoli a motore, finalizzato a verificarne le condizioni sul fronte della sicurezza, del livello di emissioni inquinanti e della rumorosità – spiega l’associazione – Le tariffe per ottenere il rilascio del documento sono stabilite dal Ministero dei Trasporti di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze ma il relativo decreto non fa alcuna distinzione tra tipologie di veicolo: ne consegue così che per sottoporre uno scooter a revisione si paga la stessa cifra prevista per un Suv o per un’auto potente e di elevata cilindrata.

Nello specifico per il corrente anno i costi relativi alle operazioni di revisione sono pari 45,00 euro se la revisione è effettuata presso la Motorizzazione e 66,80 euro (Iva inclusa) se la revisione è effettuata presso un’officina autorizzata.

Gentle Uomini Pelle Stringati Scarpe a Punta Scarpe Eleganti Eleganti Eleganti VOGUE Formale Scarpe da sera Taglia 165476

Fermo restando la legittimità dell’obbligo di revisione dei veicoli, con riferimento all’aspetto meramente economico ne emerge, a parere della scrivente associazione, un’evidente disparità di trattamento fra gli utenti/automobilisti, in funzione del mezzo adoperato, ed in ragione della loro capacità contributiva ex art. 53 Cost. – scrive il Codacons nell’esposto – Si chiede pertanto di aggiornare ovvero parametrare le tariffe relative alle operazioni di revisione tenendo conto dei dati del veicolo (cilindrata, modello, data di immatricolazione, alimentazione, allestimento del veicolo, tipo di utilizzo e i km percorsi annualmente) nonché ai dati del proprietario (persona fisica, giuridica o società; residenza, data di nascita e anno di conseguimento della patente; classe di merito e attestato di rischio; numero di sinistri e tipologia; eventuali altre auto possedute in famiglia), previo annullamento in autotutela ai sensi della L. 241/90 del “Regolamento recante la fissazione delle tariffe applicabili alle operazioni di revisione dei veicoli” ex D. Min. Trasporti del 2 agosto 2007, n.161”.

Nel 1923 Ugo Sivocci vince la mitica Targa Florio. In un’epoca in cui piloti erano soliti dipingere un simbolo sulla carlinga del loro velivolo, Sivocci disegna un quadrifoglio ben augurante sul cofano della sua Alfa Romeo da corsa. In suo onore, la Classifica Prove di Media della Targa Florio Classica 2018.

Nei suoi primi anni milanesi un giovanissimo Enzo Ferrari trova impiego alla C.M.N (Costruzioni Meccaniche Nazionali) di Milano, prima come collaudatore e poi come pilota da corsa, grazie all’intercessione di Ugo Sivocci che gli offre la sua sincera amicizia e lo accoglie nella sua famiglia.  Qualche anno dopo, ormai assoldato nella squadra Alfa Romeo, Ferrari ricambia il favore segnalando l’amico Sivocci alla dirigenza e accogliendolo nello squadrone dei famosi “moschettieri”, accanto ad Antonio Ascari e Giuseppe Campari.Pilota di grande esperienza tecnica, ma spesso sfavorito dalla sorte, dopo alcuni piazzamenti ma nessuna vittoria di rilievo, Ugo Sivocci diventa incontrastato mito conquistando la sua più importante vittoria alla Targa Florio del 15 aprile 1923 dove conduce una delle quattro Alfa

Romeo “RL”, accanto a quelle di Antonio Ascari, Enzo Ferrari e Giulio Masetti. In quell’occasione, per scacciare la sfortuna, Sivocci si fa dipingere sulla calandra della vettura numero 13 un quadrilatero bianco, su cui campeggia un quadrifoglio verde, ancora ignorando che gli porterà davvero fortuna e che negli anni a venire diventerà il simbolo, famoso in tutto il mondo. La vittoria alla Targa Florio del 1923 è davvero rocambolesca: la “RL” di Antonio Ascari, in testa, si ferma improvvisamente a soli duecento metri dal traguardo ma con un tale vantaggio sugli altri mezzi da consentire ai

Condizione:
Nuovo con scatola: Oggetto nuovo, non usato e non indossato, nella confezione originale (scatola o borsa) e/o con ... Maggiori informazionisulla condizione
Brand: Unbranded
Style: Combat Boots Country/Region of Manufacture: China
Upper Material: Leather Fastening: Lace Up
Width: Standard (B) Pattern: Solid

meccanici di arrivare in tempo per far ripartire il motore, ma nell’euforia generale, come ritraggono le foto dell’epoca, i meccanici salgono a bordo per tagliare il traguardo, compiendo un’azione proibita dal regolamento. Pertanto Ascari deve ritornare al punto dove si era fermata la sua auto e ripercorrere, da solo, l’ultima parte del tracciato. Nel frattempo, coincidenza fatidica, sopraggiunge il buon Sivocci, che superato Ascari sul filo del rasoio, taglia il traguardo da vincitore, assicurando all’Alfa Romeo la prima vittoria assoluta in campo internazionale. Il pilota cessa quindi di essere considerato l’eterno secondo e, in vista del Gran Premio d’Europa del 9 settembre dello stesso anno, si ritrova a Monza per le prove della P1, il nuovo modello Alfa che avrebbe debuttato in gara. Il trentottenne Ugo Sivocci, apprezzato per la sua esperienza, umiltà e capacità di trasmettere spirito di squadra, partecipa con entusiasmo agli allenamenti, ma alla vigilia della gara, l’8 settembre 1923, la sua P1 numero 17, senza il quadrifoglio sul cofano, esce dalla pista e il pilota perde la vita. La squadra corse Alfa Romeo, per intero, si ritira dalla gara in segno di lutto per l’amico scomparso e il mondo rende onore all’uomo e pilota valoroso che ha scritto un’importante pagina della storia dell’automobilismo, combattendo le gare fino in fondo e regalando il simbolo del Quadrifoglio verde che, da quel giorno, l’Alfa Romeo ha dipinto sulla carrozzeria di tutte le vetture da corsa e di quelle stradali più sportive, con una differenza: il quadrifoglio non viene più iscritto in un quadrato a quattro punte, ma in un triangolo per ricordare che una delle “punte” dello squadrone Alfa non c’era più.

Gentle Uomini Pelle Stringati Scarpe a Punta Scarpe Eleganti Eleganti Eleganti VOGUE Formale Scarpe da sera Taglia 165476Gentle Uomini Pelle Stringati Scarpe a Punta Scarpe Eleganti Eleganti Eleganti VOGUE Formale Scarpe da sera Taglia 165476Gentle Uomini Pelle Stringati Scarpe a Punta Scarpe Eleganti Eleganti Eleganti VOGUE Formale Scarpe da sera Taglia 165476Gentle Uomini Pelle Stringati Scarpe a Punta Scarpe Eleganti Eleganti Eleganti VOGUE Formale Scarpe da sera Taglia 165476Gentle Uomini Pelle Stringati Scarpe a Punta Scarpe Eleganti Eleganti Eleganti VOGUE Formale Scarpe da sera Taglia 165476Gentle Uomini Pelle Stringati Scarpe a Punta Scarpe Eleganti Eleganti Eleganti VOGUE Formale Scarpe da sera Taglia 165476Gentle Uomini Pelle Stringati Scarpe a Punta Scarpe Eleganti Eleganti Eleganti VOGUE Formale Scarpe da sera Taglia 165476

Foto  Centro Storico Alfa Romeo

Domenica 30 settembre, organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica Sport Favale 07, in collaborazione con la locale Scuderia Auto Moto Retrò Leivi, è in programma la 7^ edizione dello slalom in salita “Chiavari – Leivi” – Memorial “Graziano Borra”.

Dopo le verifiche ante gara, previste dalle ore 8 alle 10, si svolgeranno (dalle ore 11,15) le prove libere. Alle 13 sarà dato il via alla prima delle previste tre manche di gara.

65 piloti che hanno inviato l’iscrizione.   Tra i “big” al via, pronti a giocarsi il successo finale, l’emergente piemontese Erik Campagna (Formula Arcobaleno), Paolo Comelli (Formula Gloria), i liguri Andrea Drago (Erberth R3), Roberto Risso (L.R. 001), Marco Boggiano (Predator PC 08), Angelo Bonini (X1/9 Honda 2000) e Alessandro Polini (Polini 01 Bmw). Tra gli outsider più quotati in lizza Gianluca Ticci (Fiat X1/9), portacolori della Sport Favale 07, gli agguerriti piemontesi Pasquale Patete e Gian Pasquale De Micheli, anche loro con le X1/9, Luca Veldorale (A 112 Kawasaki), il parmense Filippo Gennari (Renault Clio Rs) e il genovese Danilo Mosca (Peugeot 205 Gti). Quattro i piloti Under 23 al via: Mattia Canepa (Citroën C2), Gianluca Ferretti e Alessandro Rozio con le Peugeot 106 e Mattia Delfino (Autobianchi A112 Abarth). In campo femminile sfida tra Sonia Castelli (Renault R5 Gt Turbo) e la debuttante, come pilota, Laura Bottini (Peugeot 106).

La scuderia Sport Favale 07, organizzatrice della manifestazione, parteciperà con ben 23 vetture. Oltre che con i già citati Drago, Bonini, Mosca, Ticci, Delfino e Canepa, sarà in lizza con Vigo (R5 Gt Turbo), Zaniboni (Lotus Exige), Bordo (Clio Rs), Riitano (Fiat 127), Giovanni Accinelli (Citroën Ax Sport), Graffigna (Autobianchi A112 Abarth), Ivan Pedrini (Fiat 126 prototipo), Gianluca Accinelli (Clio Williams), Belmessieri, Ratto e Tosi, tutti e tre su Peugeot 106, con le Clio di Motttola e dei due Solari, Michele e Luigi, Moscardini (Fiat Panda 100 Hp) e con le bicilindriche storiche, le 500/650 Giannini NP di Vincenzo e Domenico Mascolo.

Nove i conduttori che gareggeranno con i colori della Scuderia Racing For Genova Racing Team. Oltre ai citati Roberto Risso, Marco Boggiano, Alessandro Polini, Laura Bottini ci saranno Pierpaolo Garibaldi (Peugeot 106 Rally), Carlo Gandolfo (Renault Clio W), Fabrizio Carabella (Panda Kit), Andrea Peirano (Peugeot 106 Rally). Tra le Auto storiche da segnalare la presenza di Marco Pugliese su Porsche 911.

Nel 2017 la vittoria fu di Pasquale Bentivoglio (Tatuus Kawasaki) che quest’anno non sarà della compagnia.

Tutte le info sulla gara sul portale della scuderia, all’indirizzo www.sportfavale07.com.